Cerca
  • Claudia Granato

L'insegnamento e la filosofia? Un valore per Giovanni Viberti e Jacopo Marchisio

"Ritirati in te stesso per quanto puoi; frequenta le persone che possono renderti migliore e accogli quelli che puoi rendere migliori. Il vantaggio è reciproco perché mentre s'insegna si impara". Seneca, Lettere a Lucilio, I sec. d. C.


Chi segue il nostro operato sa bene che il tema della scuola, per noi, è di fondamentale importanza e la nostra ricerca, dopo l'incontro di oggi con il professore Giuseppe Ferraro, continuerà con tutto il nostro entusiasmo. Tengo molto a presentarvi gli ospiti di sabato 17 con delle mie brevissime riflessioni personali che vorrei condividere con voi, ricordandovi che l'incontro sarà disponibile sulla nostra pagina Facebook e il nostro canale YouTube.





Giovanni Viberti, a mio avviso. rappresenta l'esempio di coraggio. Crede fortemente che la filosofia possa essere quell'appiglio attraverso il quale il mondo - almeno per un verso - migliori. Ho sinceramente stima di lui, perché ritrovo nella sua persona quei valori che vengono decantati in Platone. Giovanni è un professore, ma in primis, è un filosofo che realizza la sua condizione umana nell'insegnamento. Insegnare, per lui, consiste nell'esercizio dell'umano, inteso come un vero e proprio valore.


La stessa osservazione va fatta nei confronti di Jacopo Marchisio, personalità di un'energia travolgente. Me lo sono sempre immaginato come un menestrello medioevale, ma oltre a questo, rappresenta un punto di riferimento. Jacopo è stato il primo a dirmi, in modo sincero, che la facoltà di Filosofia sarebbe stata la mia strada ed aveva ragione. Inoltre, gli si deve molto per la sua cultura e per la sua raffinata e rara gentilezza. Il primo incontro con Jacopo è stato nella stazione ferroviaria di Albenga e da lì si sono susseguite tanti confronti che si dirigevano in piccole parti dell'anima, in cui si nascondono i pensieri più intimi. Invidio nettamente la sua leggerezza nel vivere la vita come un pneuma, ossia un soffio vitale, ma lo stimo immensamente per ogni sorriso e battuta che regala ad ognuno di noi senza distinzione.


La maieutica online non è possibile? Lo chiederò a loro, sperando che l'incontro di sabato possa essere arricchito anche dalle vostre domande e dalle vostre osservazioni. Se l'insegnamento è un valore, lo è indubbiamente anche la filosofia: insegnare non esclude il filosofare, perché senza la domanda filosofica, non vi sarebbe spazio per la nostra curiosità.

82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti